Io sono la madre

 

 

 Io sono la madre vecchia

la pensierosa, assorta.

Sono la spira derubricata al dito

(isolamento e stupore

dentro l’ufficio vuoto)

la seduta senza paglia

il ricciolo di lana.

 

Sono la madre antica, inoperosa

guardarobiera vestita in gesso

da grattare alla lavagna

(intanto fuori piove

e il professore ha già parlato troppo

la campanella è muta

e sono io che trillo al grigio

di nuvole di carta).

 

Sono scontrosa, la valvola impietrita

eppure mi apro in mille foglie gialle

stendo la biancheria

rispondo a quel miracolo di voce

che si impiglia.

 

Sono la madre prosperosa

le guance rosse rubate a Rubens

in una sola notte.

 

Sono il ragguaglio

l’urgenza perniciosa

delicatezza di un soufflè

che non si tiene ai bordi, esplode!

 

Sono le sere recuperate al caldo del tuo sonno

sono il tuo sogno che oscura il lume della vasca

e scivola in un’acqua lenta che non beve.

 

Sono la tua scrittura automatica

la perdita colmata

o quel tombino

che straripa le sue foglie morte.

 

Sono qui e là

mi faccio piccola e perplessa

ma non ti immagino se non lo vuoi

non reco guasti nelle fondamenta.

Se credi, ti sillabo

le conseguenze dell’amore

memoria a collo storto

dentro un crepuscolo di maggio

 

oppure, ti preparo quel che so

la cena è un occhio che non si impietosisce

sulle tue mani grandi.

 

Io so

contare, recitare

rispolverare l’abito da ballo

[il rosa sul pervinca ci sta bene]

io so

sono la madre bianca d’acqua

che scende pietre

tiene il timone

e poi, frulla lontano all’onda

con la nave-cargo.

 

Allora, tu non la vedi più

sotto le stelle

 

e vivi, almeno sembra.

 

Iole 30 gennaio 2012

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Io sono la madre

  1. massimobotturi ha detto:

    oh yes! Iole non so cosa t’è successo
    ma mi piace

  2. cristina bove ha detto:

    ottimo!
    anche pluralismi.

  3. linodigianni ha detto:

    mm, secondo me, ha ragione massimo
    comunque, molta energia..dietro queste parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...